Page images
PDF
EPUB

76

E qui porrà la rondine

D'eterna primavera
Di rose elette e florido

Musco suo nido a sera.
Allor che il vento querulo

E la pioggia frequente
Fra le procelle scuotono

La tua dimora algente,
E allor che il raggio tremulo

Dell'alba il ciel ravviva,
E s'ode intorno il sonito

Della caccia festiva,
Su te, Garzon, cui l'invido

Rapì destin severo,
Su te dolce patetico

Ritornerà il pensiero,
Te alla memoria reduce

Ogni solinga scena
Farà; per te di lagrime
Fia perenne

la vena ; E fia per te sollecito

Il cor che ti lamenta,
In fin che piaccia il vivere,
E la pietà sia spenta.

John and James Keene, Printers, Kingsmead Street, Bath.

[ocr errors][merged small]
[graphic]
[graphic]
« PreviousContinue »